I frutti rossi liofilizzati VERIVAL e i migliori consigli per congelare i frutti rossi a casa

Siamo felici di non doverci sempre regolare in base al calendario stagionale dei frutti rossi e di poterne godere tutto l’anno attraverso i nostri muesli, crunchy e porridge. Nei nostri prodotti da colazione se ne trovano tantissimi, liofilizzati. Ma che cosa significa esattamente, come funziona e come riuscire a conservare d’inverno questi frutti a casa propria?

Frutti rossi liofilizzati di VERIVAL:

1. Che cosa significa “liofilizzato”?

I frutti rossi vengono fatti seccare grazie al processo di liofilizzazione. Vengono congelati appena raccolti e successivamente privati dell’acqua che contengono mettendoli sottovuoto (processo di sublimazione).

2. Come funziona esattamente?

L’acqua ha la capacità di passare direttamente e rapidamente dallo stato solido, ghiacciato, allo stato gassoso, e dunque di evaporare, quando è sottovuoto. Pertanto, il passaggio intermedio allo stato liquido viene saltato completamente, il che ha il vantaggio di evitare che vitamine, sostanze nutritive e coloranti vadano persi durante la trasformazione. I frutti rossi liofilizzati dunque possono non solo essere conservati a lungo, ma rimangono anche croccanti e conservano quasi tutte le vitamine e le sostanze minerali iniziali. Se entrano in contatto con liquidi, come ad esempio il latte nel muesli, si gonfiano e ritornano ad avere una forma simile a quella che hanno quando sono freschi, appena raccolti.

3. Di norma, come vengono fatti seccare i frutti rossi?

Durante altri processi di essiccazione, si ricorre solitamente all’aggiunta di calore per trasformare il frutto: tale operazione va a scapito del suo contenuto vitaminico, riducendolo ampiamente. Spesso si aggiunge anche zucchero per estendere la durata del prodotto, in quanto una minima parte di acqua rimane comunque contenuta in esso. I frutti rossi liofilizzati mantengono il loro sapore intenso e non necessitano di zucchero aggiuntivo: sono semplicemente perfetti per i nostri muesli.

4. Quali frutti rossi vengono sottoposti al processo di liofilizzazione?

Ecco i frutti rossi che vengono liofilizzati e con i quali prepariamo i nostri muesli: amarene, ciliegie, fragole, lamponi, more, mirtilli, ribes rossi e neri. Li potete trovare ad esempio nei nostri Crunchy croccante ai Frutti rossiMuesli con Cereali antichi e Frutti di bosco oppure nel Porridge con More.

Congelare i frutti rossi a casa

Non c’è nulla di più bello per noi di una colazione guarnita con frutti rossi freschi. Per non dovervi mai rinunciare, controlliamo sempre il calendario stagionale dei frutti rossi. Affinché possiate goderne tutto l’anno anche a casa, abbiamo qui qualche consiglio per voi su come congelarli correttamente. I migliori frutti che possono subire questo processo sono i mirtilli, le more, i lamponi e i riber rossi e neri. Essi, così come tanti altri, possono essere frullati prima di subire questo processo, in modo da poterli utilizzare direttamente così in cucina e nella preparazione di torte.

Quando si vogliono congelare i frutti rossi bisogna stare attenti a lavorarli molto in fretta. Contrariamente ad altri tipi di frutta, essi non continuano a maturare, ma possono essere utilizzati per un tempo limitato. Una volta congelati, sono conservabili per sei-dodici mesi.

Ecco semplici consigli per congelarli.

1. Lavare la frutta

Lavare con cura i frutti rossi e lasciarli scolare per bene, rimuovere poi gli steli e le foglie. Nel lavarli si raccomanda la delicatezza, per non rovinarli.

2. Congelarla

Disporre i singoli frutti rossi, distanziati l’uno dall’altro, su un piatto, un vassoio o una teglia, idealmente su un foglio di carta da forno e poi mettere nel congelatore. In questo modo evitate che i frutti si attacchino tra loro. Riusciranno anzi a mantenere la propria forma e a essere suddivisi in porzioni più facilmente. Trascorse due o tre ore, metterli tutti insieme in un contenitore.

Se si ha poco posto nel congelatore, è possibile mettere i frutti rossi direttamente in un contenitore che scuoterete ogni tanto nelle ore successive, per evitare che i frutti congelino troppo, attaccandosi.

3. Per scongelarli riporli innanzitutto in frigorifero, poi lasciarli a temperatura ambiente, meglio se fatti scolare su una ciotola.

 

Il nostro congelatore è ora pronto e contiene i migliori frutti rossi della stagione. Se riusciremo a lasciarli lì dove sono per due mesi senza divorarli, è un’altra storia… 😉